2021, è stato il boom del camper sharing

2021, è stato il boom del camper sharing

Il 2021 è stato boom del camper sharing:

la piattaforma di camper sharing Yescapa ha fatto emergere interessanti tendenze di mercato e un boom di settore, con oltre 55.000 prenotazioni nel periodo compreso tra gennaio e dicembre 2021 su 40.000 utenti locali attivi (il doppio rispetto all’anno precedente).

L’identikit del viaggiatore Italiano che decide di partire all’avventura in camper?

Camper sharing 2021 – in particolare, si è gradualmente registrato un abbassamento dell’età media per quanto riguarda sia i viaggiatori sia i proprietari: rispettivamente di 37 e 44 anni, tra le più basse in Europa.

Un segno di inversione di tendenza che fa ben sperare e che dimostra l’interesse anche delle fasce più giovani per questa tipologia di viaggio.

Questa modalità di viaggio itinerante e avventurosa è per lo più scelta come perfetta fuga romantica: secondo le analisi di Yescapa, camper sharing – il 46% dei viaggiatori del 2021 ha prenotato un camper per un on the road di coppia; a seguire, il 30% dei camperisti ha optato per una vacanza family friendly su quattro ruote, mentre il 20% è partito in gruppo con gli amici.

I dati raccolti da Yescapa evidenziano anche le mete più scelte nel 2021 per un viaggio in camper. Il 52% degli italiani camperisti ha viaggiato all’estero, prenotando un veicolo oltre frontiera, prediligendo i territori oltralpe rispetto al Belpaese.

L’Italia si difende comunque bene con il 48% del camper sharing.

Tra le destinazioni di partenza più gettonate dagli italiani spiccano Milano e Roma, scelte come tappa da cui cominciare il su e giù per lo Stivale.

A queste si aggiungono ben due basi sarde, Alghero e Olbia.

Le posizioni centrali confermano invece il forte interesse per l’estero degli Italiani: in ordine, Gran Canaria, Fuerteventura, Lisbona e Lanzarote.

Non stupisce come ben 3 delle 8 destinazioni più scelte siano state isole delle Canarie, tra le poche destinazioni aperte al turismo estero in mesi di chiusure dovute al Covid, e per questo diventate meta d’elezione degli Italiani nel 2021.

Sul fronte delle prenotazioni, la scorsa stagione ha evidenziato un vero e proprio boom del camper sharing, rispetto a un 2020 segnato dalla diffusione della pandemia e da ripetuti lockdown locali e globali.

L’andamento delle prenotazioni è risultato più omogeneo, rispetto all’accentuata stagionalità dell’anno precedente, come riflesso della ricerca di un “format” di viaggio che permettesse allo stesso tempo libertà di movimento e distanziamento sociale.

Con oltre 15.000 richieste, lo scorso anno Yescapa Italia ha inoltre toccato il record di camper sharing, registrando una crescita del +160% del numero di prenotazioni confermate sul sito.

In particolare, nell’ultimo trimestre 2021 ha raggiunto un picco straordinario, con un +800% delle prenotazioni di veicoli.

Tra questi, i più richiesti sono stati i van (31%), seguiti dai camper mansardati (23%) e dai furgoni camperizzati (19%).

L’impatto economico è stato positivo anche per i proprietari italiani che hanno messo il proprio veicolo a disposizione sulla piattaforma: il loro guadagno totale percepito nel 2021 si attesta a 1,7 milioni di euro.

Sono sufficienti 6 settimane di condivisione del proprio veicolo per ammortizzare totalmente il costo annuale relativo al suo mantenimento (bollo, assicurazione, revisione e manutenzione).

Il compenso medio di un proprietario attraverso la piattaforma di camper sharing è di circa 575€ a settimana (poco più di 80€ al giorno), mentre quelli annui si aggirano intorno ai 4.000€.